DOCUMENTO DEI DOCENTI DEL LICEO SCIENTIFICO “A. LANDI” DI VELLETRI

27 Ott

Con il DDL sulla Stabilità per l’anno 2013 proposto dal Consiglio dei Ministri il 16 ottobre 2012 si stabilisce di

  • aumentare le ore di insegnamento frontale da 18 a 24 senza alcun aumento retributivo, provvedimento che porterebbe ad una possibile perdita di posti di lavoro e/o di opportunità lavorative per migliaia di precari, tradendo così il patto di fiducia Stato-cittadino-lavoratore;
  • bloccare i contratti fino al 2014 senza prevedere alcuna indennità.

 

Con il DDL 953 ex Aprea si stabilisce di

  • Limitare il ruolo degli organi collegiali e di prevedere la presenza di soggetti privati in grado di influenzare l’Offerta formativa e la gestione democratica della scuola pubblica;
  • Smantellare il sistema scolastico statale, favorendo le scuole private (anche confessionali).

 

PERTANTO

 

Prendendo atto di come tali provvedimenti, stabiliti in modo unilaterale e arbitrario, di fatto ignorino completamente il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro della Scuola;

 

ritenendo offensiva e misera la rappresentazione che viene data della funzione docente, rappresentazione che non tiene conto della mole di lavoro sommerso, dell’impegno intellettuale necessari per la preparazione e per le continue verifiche, indispensabili per rendere efficaci e proficue le attività didattiche e formative;

 

considerato che è bene comune avere una scuola governata in modo democratico con piena responsabilizzazione di tutte le componenti della scuola (insegnanti, ATA, genitori, studenti), i cui organi siano equiordinati e non gerarchizzati

 

I DOCENTI INTENDONO SOSPENDERE TUTTE LE ATTIVITA’ NON OBBLIGATORIE PREVISTE DAL POF CHE NON VENGONO SVOLTE ENTRO LE 18 ORE FRONTALI, SIA SUL PIANO DELLA LORO PROGETTAZIONE CHE SUL PIANO DELLA LORO ATTUAZIONE.

 

Consapevoli che, in questa situazione, gli studenti si possano considerare parte lesa, in quanto viene compromesso il diritto ad ampliare il proprio bagaglio culturale, grazie alle attività extrascolastiche,

i docenti garantiscono il proprio impegno non solo per le 18 ore di lezioni frontali, necessarie per lo svolgimento del programma, ma anche per la preparazione di lezioni, di verifiche, nonché la correzione e valutazione, attività queste necessarie per la formazione dello studente.

Allo stesso modo è assicurata la attività di informazione per le famiglie che verrà svolta secondo modalità di cui si darà opportuna informazione.

 

Ritrovandoci costretti a prendere i provvedimenti sopra citati, invitiamo studenti e famiglie a sostenerci, in quanto mossi non da spirito corporativo, ma dal desiderio di difendere (a ragione) la qualità della scuola statale, quella scuola che si finanzia con le tasse di tutti i cittadini e che è da considerare una vera e propria conquista: in quanto tale va difesa, curata e sostenuta.

La scuola è di tutti e per tutti, cerchiamo di rispettarla e migliorarla per il bene comune e per esserne fieri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...