DOCUMENTO DEL CINE-TV ROSSELLINI DI ROMA

27 Ott

I lavoratori (personale docente e ATA) e gli studenti dell’Istituto Cine-Tv Rossellini di Roma esprimono profondo dissenso nei confronti delle scelte politiche del Ministro Profumo e del Governo Monti fortemente punitive verso la scuola statale, caratterizzate da tagli di risorse e del personale, nonché da un’offensiva svalutazione della professionalità dei docenti e della libertà d’insegnamento.

Desiderano inoltre far conoscere alla cittadinanza ed al paese le condizioni nelle quali sono chiamati quotidianamente a lavorare, frutto di anni di provvedimenti che hanno mortificato la scuola statale, la professionalità degli insegnanti e del personale ATA.

L’assemblea esprime netta contrarietà ai seguenti provvedimenti:

  1. al Ddl 953 Aprea-Ghizzoni (il progetto di riforma degli organi collegiali), che restringe gli spazi di democrazia all’interno delle scuole, introduce l’autonomia statutaria di ogni singola scuola mettendo in discussione il principio dell’unitarietà del sistema nazionale dell’istruzione, apre gli Organi Collegiali alla presenza di soggetti privati che in ragione del loro finanziamento potranno influenzare pesantemente il Piano dell’Offerta Formativa e la stessa libertà di insegnamento;
  2. al Decreto Stabilità che, ancora una volta ignorando quanto liberamente sottoscritto dalle parti nel Contratto Collettivo Nazionale tuttora in vigore, aumenta l’orario di lezione frontale settimanale da 18 a 24 ore, senza riconoscimento economico, con un atto di arbitrio autoritario. Il provvedimento non tenendo minimamente in considerazione tutte le ore di lavoro connesse alla docenza (impegni collegiali, programmazioni, preparazione delle lezioni e delle verifiche, correzioni degli elaborati scritti, aggiornamento…), danneggerà in primo luogo gli studenti per l’incidenza inevitabilmente negativa sulla didattica e priverà del lavoro decine di migliaia di insegnanti precari nonché creerà ulteriori esuberi nel personale di ruolo.

L’assemblea inoltre ricorda che questi provvedimenti rappresentano l’ennesimo intervento a danno della scuola statale, penalizzata da tagli, licenziamenti, pseudo-riforme, concorsi truffa, mancato rinnovo del CCNL, blocco degli scatti di anzianità, innalzamento del numero degli alunni per classe, piani di accorpamento degli istituti, riduzione delle ore curricolari, taglio dell’indennità di vacanza contrattuale (per non parlare dell’innalzamento
dell’età pensionabile e degli altri provvedimenti generali, come l’art.13 del D.L. 95 riguardante l’assegnazione ad altre funzioni dei docenti inidonei, che colpiscono i
lavoratori della scuola come tutti gli altri lavoratori);non ultimo il problema del Fondo di Istituto che , a tutt’oggi, viene ancora calcolato sulla base dell’Organico di Diritto e non su quello di Fatto, riducendone considerevolmente l’entità.

Ogni giorno, del resto, docenti studenti e ATA scontano la carenza negli investimenti di edilizia scolastica e nella manutenzione degli edifici, con spazi insufficienti per accogliere tanti iscritti.

I tagli continui hanno comportato anche una riduzione dei fondi per le spese di funzionamento ordinario delle scuole: il nostro Istituto di circa 1200 studenti, aperto dalla mattina alla sera per corsi diurni, serali e post diploma, sopravvive con una dotazione annua di 75.000 €. Nessuna forma di finanziamento per l’aggiornamento è mai stata introdotta negli ultimi anni: i docenti partecipano a corsi, comprano libri, software e attrezzature senza avere diritto ad alcuna deduzione.

Dopo ampio confronto, anche con gli studenti e personale ATA, i docenti del “Rossellini” esprimono piena solidarietà con le altre scuole in mobilitazione, con cui si propongono di attivare e mantenere un collegamento ed approvano tutte le iniziative di protesta che vengono deliberate dal Collegio dei Docenti, fino alla completa cancellazione delle proposte contenute nella Legge di stabilità 2013 e del ritiro del Disegno di Legge 953 (ex Aprea).

Il personale ATA (collaboratori, amministrativi e tecnici) intende aderire alla protesta in atto, con la seguente modalità:

  • Riduzione dell’attività lavorativa all’essenziale (servizio come da orario previsto, presenza degli AT nei laboratori esclusivamente durante le ore di lezione con preparazione, gestione e manutenzione delle attrezzature).
  • Partecipazione del personale AT ai progetti solo durante l’orario di servizio all’interno della loro sede.

Il personale ATA, inoltre, ritiene fondamentale la battaglia sugli organici al fine di preservare i posti di lavoro di tutto il personale e di evitare un accumulo di ore eccedenti e di carichi di lavoro straordinario ed eccessivo.

I Docenti promuovono:

  1. l’utilizzo di tutti gli spazi e le occasioni possibili di contatto per
    informare le famiglie sulle ricadute didattiche dei provvedimenti previsti per la
    scuola statale;
  2. una manifestazione di protesta o sit in a Montecitorio in collaborazione con le altre scuole del territorio e della città;
  3. una settimana di “didattica essenziale/alternativa ” al fine di far emergere l’importanza delle ore dedicate dagli insegnanti alla preparazione e organizzazione delle ore di lezione frontali in classe;
  4. dimissioni dagli incarichi aggiuntivi (coordinatori di classe, responsabili di laboratorio, membri di commissioni, ecc.), annullamento delle funzioni strumentali
  5. blocco dei progetti, tranne di quelli funzionali a dare visibilità alla protesta e funzionali alla didattica alternativa
  6. l’attivazione di tutti i possibili canali di comunicazione territoriali e nazionali (WebCommunity, Giornali, Radio, canali TV, ecc) che rendano visibile il nostro dissenso e contribuiscano ad accrescere la consapevolezza collettiva sulle ragioni di questa protesta estremamente necessaria nell’attuale passaggio economico, culturale, etico e sociale che il paese sta attraversando.
  7. interventi di chiarimento volti al coinvolgimento del territorio, della cittadinanza e di tutti coloro che hanno a cuore il destino della scuola statale.

Roma, 26 ottobre 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...