COMUNICAZIONE ASSEMBLEA SINDACALE DEL 25/10/2012 ISIS ‘E. MATTEI’ – CERVETERI (Roma)

29 Ott

Sono ormai diversi anni che la scuola pubblica subisce pesanti attacchi da parte di amministrazioni centrali e locali giustificati con il bisogno di contenimento della spesa pubblica.

Ieri la partecipata assemblea sindacale svolta nel nostro Istituto ha dimostrato una crescente esigenza di reagire a questo stato di cose. Il Decreto Stabilità – che tenta di modificare le clausole contrattuali dei docenti in deroga a qualsiasi forma di contrattazione -, è solo la punta dell’iceberg che da anni (con la riduzione dell’organico del personale ATA, il blocco dei contratti, il peggioramento delle condizioni di lavoro) impedisce l’avvio di un dibattito civile ed evolutivo sulla scuola pubblica che coinvolga i diretti interessati, avendo come obiettivo prima<rio quello di affondarla.

Il degrado delle condizioni lavorative, che appare inarrestabile, sottopone i lavoratori della scuola all’infida scelta tra un progressivo adattamento, lesivo di qualsiasi dignità, e una netta opposizione, resa fragile dall’inevitabile isolamento all’interno di una categoria da sempre fortemente disunita.

Questa mannaia dalla duplice lama vogliamo rifiutarla senza ambiguità, chiedendo a tutto il personale ATA e all’intero corpo docente di mobilitarsi in un’assemblea permanente.

Chiediamo a tutti i docenti di sospendere le attività aggiuntive non previste dal contratto e di avviare un’opera di informazione rivolta agli studenti e alle famiglie.

Convochiamo da subito una nuova assemblea da tenersi lunedì 29/10/12 fuori dell’orario di servizio per organizzare il lavoro e la difesa di chi decide di esporsi partecipando a questa lotta.

 

 

Esprimiamo, perciò, la nostra netta contrarietà ai seguenti provvedimenti all’ordine del giorno dell’agenda politica:

  • ddl 953 ex Aprea, il progetto di riforma degli organi collegiali che restringe gli spazi di democrazia, aprendo la strada all’autonomia statutaria di ogni singola scuola; la conseguente messa in discussione di un sistema nazionale pubblico di istruzione e la pericolosa accelerazione sul ruolo dei soggetti privati che avranno la possibilità di entrare a far parte degli organi collegiali e, in ragione del loro finanziamento esterno, influenzare pesantemente il Piano dell’Offerta Formativa;
  • il Decreto di Stabilità che aumenta l’orario settimanale da 18 a 24 ore, con 6 ore in più non retribuite in cambio della possibilità di usufruire di 15 giorni in più di ferie da maturare nel periodo estivo: un vero e proprio scippo alle prerogative del CCNL 2006/09, un provvedimento che avrà forti incidenze negative sulla didattica e l’apprendimento e che chiuderà, al pari del concorso a cattedre appena bandito dal Ministero, la porta all’insegnamento a circa 30.000 precari inseriti nelle graduatorie.

 

Chiediamo, inoltre, con forza, al Ministero, di stanziare subito tutte le risorse utili alla copertura totale degli scatti di anzianità per l’anno scolastico 2011/12, senza ulteriori decurtazioni dal bilancio della scuola pubblica, anche e soprattutto alla luce degli ultimi stanziamenti ad hoc per il comparto della scuola privata.

RSU

ISIS ‘E.Mattei’ – Cerveteri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...