Difesa dell’ANPI

29 Ott

In alcune scuole romane (tra cui il Liceo “Giulio Cesare”) si sono verificati dei blitz “squadristi” ad opera di gruppi neofascisti.

Il fatto è grave e va condannato senza esitazioni da tutti coloro – studenti, genitori, insegnanti e cittadini – che hanno a cuore la democrazia.

Ma un altro fatto è necessario condannare con la stessa fermezza.

Un gruppo di studenti del “Giulio Cesare” ha allontanato alcuni rappresentanti dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), riuniti di fronte alla scuola per difendere i valori universali della libertà e della democrazia, contro provocazioni e violenze che le forze politiche e le stesse autorità giudiziarie non sanzionano con la dovuta energia.

L’allontanamento dei partigiani dal Giulio Cesare è un fatto gravissimo, che non può e non deve essere sottaciuto!

Assurda è la spiegazione che alcuni studenti hanno dato in un comunicato: “ogni movimento, di qualunque colore esso sia, può partecipare alla nostra protesta a patto che rinunci alle proprie bandiere».

È inaccettabile che l’antifascismo sia presentato come un “colore politico” o una bandiera di parte.

Esso è il valore fondante della nostra democrazia e della nostra Costituzione.

Tacciare l’ANPI, che peraltro nel suo statuto si dichiara “associazione apartitica”, di parzialità politica è oltraggioso.

La Resistenza è stata il sussulto di dignità di un popolo.

L’antifascismo è la “religione civile” di tutti gli italiani, l’orizzonte comune entro cui si articola la nostra convivenza civile.

Professare “l’anti­-antifascismo” – come qualche sprovveduto ha detto – significa “dire no” alla Costituzione repubblicana.

Ce lo ricordano i caduti dell’opposizione alla dittatura e della Resistenza: operai, borghesi, liberali, socialisti, comunisti, cattolici, protestanti, repubblicani, monarchici.

Hanno dato la vita non per una parte politica ma per restituire la libertà a tutti.

 

Valter Oneili Liceo Classico e Linguistico “ARISTOFANE”

Giancarlo Burghi Liceo Classico “DANTE ALIGHIERI”

Annunci

2 Risposte to “Difesa dell’ANPI”

  1. Anna Lisa Deidda 29 ottobre 2012 a 19:40 #

    Sono d’accordo e vorrei firmare la mozione ma come fare?

    • Attilio Pasqualini 31 ottobre 2012 a 18:45 #

      Concordo con il documento. Ritengo anch’io che i rischi per una democrazia vera non siano rappresentati da periodici, squallidi rigurgiti di qualche fascista e fascistello, ma dall’assenza di conoscenza, e più ancora, dalla volontà di non conoscenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...