Documento dei docenti del Liceo Scientifico e Linguistico Statale “E. Majorana” di Guidonia

5 Nov

I docenti del Liceo Scientifico e Linguistico Statale “E. Majorana” di Guidonia esprimono il più profondo dissenso in merito alle disposizioni previste dalla Legge di Stabilità attualmente in discussione nelle Commissioni Parlamentari. Denunciano che tali misure:

1. innalzano di un terzo l’orario di servizio, e proporzionalmente il numero di studenti seguiti da ciascun docente. Esse avranno dunque come prima inevitabile conseguenza il peggioramento della qualità dell’offerta didattica e dell’azione educativa. Questo, con il solo intento di ottenere dei risparmi;

2. sono fortemente lesive dello stato di diritto, imponendo, ope legis, uno scavalcamento unilaterale e senza precedenti dell’Istituto giuridico della contrattazione sindacale;

3. comportano dei tagli ai posti di lavoro, dapprima per il personale a tempo determinato e successivamente per il personale a tempo indeterminato;

4. sono offensive della dignità professionale di coloro che sono preposti alla formazione culturale e civile delle nuove generazioni. Tali provvedimenti vanno ad alimentare i più vili pregiudizi sulla classe insegnante e tradiscono l’articolo 9 della Costituzione che, duole doverlo ricordare, pone la promozione della cultura a fondamento della Repubblica Italiana.

I docenti palesano inoltre la loro piena contrarietà verso la preannunciata riforma degli organi collegiali (DDL c 953, noto come DDL Aprea ). Sottolineano infatti che tale riforma introduce e legittima all’interno dell’Istituzione Scolastica una pericolosa e difficilmente controllabile presenza di soggetti privati che nulla potrebbero avere a che fare con la promozione della cultura e dei valori civili.

Per quanto sopra esposto, indicono uno stato di agitazione e protesta che si articolerà con le seguenti modalità:

1. sospensione di viaggi e visite di istruzione;

2. astensione dalla preparazione e dalla correzione di prove di verifica se non in modalità essenziale e all’interno delle 18 ore;

3. astensione dai colloqui individuali con le famiglie, ovvero loro svolgimento all’interno delle 18 ore;

4. sospensione delle attività delle funzioni strumentali.

I docenti precisano che – pur apprezzando quanto appreso dagli organi di stampa in merito alle intenzioni di alcune forze politiche – protrarranno la loro protesta fino al ritiro, ovvero allo stralcio definitivo dei suddetti provvedimenti.

Guidonia, 29/10/2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...