DELIBERA DEL COLLEGIO DEI DOCENTI DEL I.I.S. “VIA COPERNICO” DI POMEZIA Approvato a maggioranza l’8 novembre 2012

9 Nov

Il Collegio dei Docenti dell’ IIS “Via Copernico” di Pomezia esprime dissenso nei confronti della politica scolastica del Governo e del Ministro dell’Istruzione che perseverano nella sottrazione dalla scuola pubblica di risorse finanziarie e di personale con conseguente peggioramento dell’offerta formativa.

In particolare il Collegio respinge l’articolo 3 della legge di stabilità presentata dal Governo e in discussione al Parlamento. Tale articolo prevede l’aumento dell’orario frontale di lavoro settimanale dei docenti da 18 a 24 ore, con 6 ore aggiuntive non retribuite.Si tratta di una decisione unilaterale che viola il CCNL e nel contempo motifica la qualità dell’offerta formativa della scuola pubblica in un’ottica tutta economicistica e priva di qualsiasi consapevolezza pedagogica e culturale. Tale decisione, oltretutto, comporterebbe il blocco di nuove assunzioni per un lungo periodo e provocherebbe l’espulsione di circa trentamila precari dal mondo della scuola.

Il Collegio dei Docenti esprime soddisfazione per la decisione della Commissione Cultura della Camera che ha respinto questa norma. Si tratta di un primo segnale positivo ottenuto grazie alle proteste generalizzate del mondo della scuola; ora è necessario che la norma sia definitivamente ritirata o bocciata dal Parlamento.

Il Collegio dei Docenti dell’IIS “ Via Copernico” esprime inoltre preoccupazione per il progetto di riforma degli Organi Collegiali in discussione in Parlamento. Tale progetto restringe gli spazi di partecipazione democratica (Assemblee degli studenti e Genitori), mentre apre la strada all’autonomia statutaria di ogni singola scuola, con la conseguente abolizione di un sitema nazionale pubblico dell’istruzione. A ciò si aggiunga la diretta partecipazione agli organi di governo di ogni Istituto di soggetti economici privati che, grazie al loro finanziamento, potranno condizionare il POF di Istituto.

Dopo il blocco del rinnovo dei contratti di lavoro, dopo i tagli stipendiali e sulla base delle considerazioni esposte, questo Collegio dei Docenti ritiene sia giunto il momento di esprimere, attraverso atti formali, il dissenso e la protesta.

Pertanto il Collegio dei Docenti delibera di sospendere, fino a nuova decisione, ogni attività aggiuntiva – funzioni progetti- che preveda prestazioni di lavoro non strettamente idicate dal CCNL.

Ogni docente si riterrà impegnato a spiegare e illustrare a studenti e famiglie le ragioni dell’odierna decisione, al fine di sviluppare la consapevolezza che le ragioni della protesta vertono sulla qualità e la credibilità del sistema scolastico italiano e sulla crescita culturale tecnica e professionale delle nuove generazioni.

In quest’ottica risulta particolarmente interessante e incoraggiante l’invito rivolto ai docenti a partecipare all’assemblea studentesca di lunedì 12 novembre prossimo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...