Lettera dei docenti del I.I.S. P.Borsellino e G. Falcone di Zagarolo

9 Nov

Con la presente i docenti del I.I.S. P.Borsellino e G. Falcone di Zagarolo intendono comunicare ed estendere ai genitori, agli alunni e al personale scolastico tutto, il grave stato di disagio e preoccupazione per le recenti leggi e proposte di legge formulate dal Governo.

Queste sono:

  • il blocco dei contratti e degli scatti di anzianità (fermi al 2009),
  • la soppressione dell’indennità di vacanza contrattuale,
  • ulteriori tagli agli organici (già ridotti al minimo dalla riforma Gelmini),
  • l’aumento delle ore di lavoro in classe dal prossimo anno scolastico nel numero di 6 a settimana, non sulle proprie classi e non retribuite, con svariate gravi conseguenze: innanzi tutto lo scadimento della qualità della prestazione professionale, con ricadute immediate sulla formazione, la valutazione e l’istruzione degli alunni, per non parlare poi della generosa proposta di avere in cambio un ulteriore incremento di ferie forzate da godere durante le vacanze natalizie e pasquali! (Disegno di Legge di Stabilità per il 2013),
  • vengono invece previsti 233 milioni di contributo per la  scuola  non  statale.

Tali provvedimenti privano il personale docente di una regolamentazione contrattuale nel rapporto di lavoro senza la giusta valorizzazione della loro professionalità.

Si ricorda infatti lo status unico della nostra professione nell’ambito della Pubblica Amministrazione: abbiamo a che fare con le vite degli adolescenti che saranno il futuro del Paese. Lavoriamo con un numero medio di ragazzi che oscilla fra i 150 e i 300 alunni per insegnante, vale a dire una media di 27/30 alunni per ogni classe.

La funzione docente non si riduce alle diciotto ore di insegnamento frontale, ma necessita di un numero di ore non quantificate né riconosciute per la preparazione delle lezioni e delle verifiche (circa 2h per classe), la correzione dei compiti scritti (circa 4h per classe), l’autoaggiornamento (unica possibilità, dal momento che la Pubblica Amministrazione non fornisce alcuna possibilità di formazione permanente), la continua ricerca di strategie didattiche valide ed efficaci, diverse e diversificate quanto le persone con cui lavoriamo.

In aggiunta, il restante carico di lavoro è costituito da impegni da assolversi all’interno dell’Istituto e non solo:

  • consigli di classe,
  • scrutini,
  • collegi dei docenti,
  • incontri periodici scuola-famiglia,
  • riunioni per dipartimento,
  • eventuali corsi di formazione,
  • viaggi di istruzione,
  • progettazioni didattiche,
  • preparazione e stesura di relazioni e verbali.

Altro elemento gravissimo che ne conseguirebbe è la definitiva rovina per i colleghi precari, che vedrebbero scomparire le già scarse possibilità di occupazione.

Da rilevare inoltre che in tutti i Paesi europei la media delle ore di insegnamento è di 18,1 ( come da Fonte Eurydice – 2011) con la differenza che i nostri colleghi europei operano in condizioni salariali e strutturali superiori ed assolutamente imparagonabili alle nostre.

Anche la millantata informatizzazione della scuola non può decollare per la mancanza degli strumenti informatici stessi e dei più elementari mezzi di connessione alle piattaforme digitali, costringendo i docenti ad un lavoro doppio ed al momento inutile, comunque imprescindibile dal registro cartaceo (non contemplato tra le spese di fornitura a carico della scuola e quindi a spese del docente), registro necessario per annotare in classe voti, assenze e argomenti svolti.

Il corpo docente del Liceo Scientifico e dell’Istituto Professionale di Zagarolo, esasperato, chiede dunque la solidarietà delle famiglie e di quanti sono coinvolti nel processo educativo; comunica che intenderà adottare, se necessario, misure di lotta quali l’astensione da:

  • funzioni di coordinamento,
  • funzioni strumentali al Piano dell’Offerta Formativa,
  • attività di recupero e approfondimento in orario extracurricolare,
  • accompagnamento a visite guidate e viaggi d’istruzione,
  • copertura di supplenze temporanee a pagamento,
  • attività progettuali.

Inoltre sarà praticata una rimodulazione degli incontri scuola-famiglia in base al minimo contrattuale.

 

I docenti delle Scuole Superiori di Zagarolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...