Mozione ass. sindacale IMS G. Bruno

9 Nov

I docenti dell’”IMS” “ G.Bruno” , riuniti in assemblea sindacale l’8 novembre 2012 per discutere i provvedimenti relativi alla scuola, contenuti nella “ Legge di stabilità” , attualmente in discussione alla Camera dei Deputati e il Disegno di legge “ Norme per l’autogoverno delle istituzioni scolastiche statali ( ex “Legge Aprea”) esprimono le seguenti osservazioni, che pongono all’attenzione del Consiglio d’Istituto.

  1. Ritengono inaccettabile l’aumento dell’orario settimanale di servizio di un terzo ,perché contrasta con il CCNl attualmente in vigore, perché lede un diritto costituzionalmente garantito , perché fondato sulla mistificazione delle 18 ore settimanali di servizio. L’orario di lavoro settimanale dei docenti italiani è in linea con quello degli altri paesi europei,18 ore frontali , ( 16.3 ore di insegnamento frontale fonte Euridyce) a cui se ne aggiungono mediamente altre 21 per gli impegni connessi allo svolgimento della funzione docente che devono essere svolte in gran parte a casa , provvedendo personalmente all’acquisto deglistrumenti di lavoro, all’aggiornamento .

Le 18 ore sono solo la punta dell’iceberg , che non potrebbero essere svolte se non vi fosse un enorme e costante lavoro a latere e a monte.

  1. Ritengono inaccettabile l’ipotesi di ridurre al minimo il pagamento delle ferie ai supplenti, ledendo anche in questo caso un diritto costituzionale sancito contrattualmente .
  2. Apprezzano la decisione della VII Commissione della Camera dei deputati che propone , solo per il 2013 e in seguito alle proteste dei docenti, di finanziare il risparmio che deriverebbe dall’adozione di quelle misure ( 183 milioni di euro) con altre fonti.
  3. Temono che non sia ancora scongiurato il rischio di un ripristino di quei provvedimenti perché la Commissione Bilancio deve ancora vagliare la proposta della VII Commissione della Camera, dato che il saldo economico deve rimanere invariato.
  4. Temono che , anche qualora vengano scongiurati per il futuro prossimo, quei provvedimenti si riproporranno per i prossimi anni , essendo contenuti nel la previsione di bilancio triennale.
  5. Sono molto preoccupati per le nuove norme di “ autogoverno delle istituzioni scolastiche”, che polverizzano l’organizzazione della vita scolastica , prevedono l’ingresso di soggetti privati nelle istituzioni scolastiche , tramite finanziamenti e tramite la presenza nei consigli dell’autonomia, preludendo ad una riduzione del finanziamento pubblico dell’istruzione.

Queste scarne considerazioni sono mosse dalla consapevolezza che si può uscire da una crisi profonda , quale quella che stiamo attraversando ,solo investendo moralmente ed economicamente sul futuro , cioè sui giovani . La questione investe l’insieme della società. Perciò occorre valorizzare le risorse umane a partire da tutti coloro che nella scuola vivono ed operano . I giovani hanno diritto ad una scuola pubblica che sia in grado di fornire una preparazione solida e seria. Ciò non può avvenire se si cancellano diritti, se si misconosce la realtà , se si mortificano coloro che sono preposti a curare quella formazione.

Per da re visibilità alle suddette considerazioni i docenti dell’ IMS “ G.Bruno” hanno deciso di promuovere:

  1. Nei giorni 20 e 21 novembre 2012 lo svolgimento di tutto il loro lavoro nei locali scolastici, permanendo a scuola dalle ore 8 del mattino al pomeriggio ed invitando la stampa ad intervenire .
  2. La ripresa video dell ’iniziativa .
  3. A partire dalla metà del mese di novembre coinvolgere a turno le classi con lezioni itineranti sotto i “Palazzi del potere” ( Camera dei deputai e Senato della Repubblica) al fine di rendere visibile il lavoro di formazione della” cittadinanza”.
  4. L’adesione alle iniziative cittadine e sindacali proposte in merito.

Infine i docenti dell’I.M.S. “ G. Bruno” , che hanno scelto di dialogare con le tutte le componenti della scuola , desiderano rivolgere un invito agli studenti e ai genitori a partecipare alle iniziative proposte e ad arricchirle , nella consapevolezza che solo la condivisione di obiettivi comuni possa produrre risultati significativi.

Tali iniziative verranno proposte al coordinamento delle scuole di Roma

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...