IL LICEO SCIENTIFICO STATALE “STANISLAO CANNIZZARO DI ROMA CONTRO LA POLITICA DEL GOVERNO TECNICO SULLA SCUOLA

13 Nov

Anche il Liceo Scientifico “Stanislao Cannizzaro” di Roma, a seguito di quanto deciso nel Collegio docenti del 23 ottobre e nell’Assemblea sindacale svoltasi il giorno 30 ottobre 2012, aderisce alla forme di protesta che si stanno organizzando nella quasi totalità delle scuole italiane.

Ci ribelliamo soprattutto all’atteggiamento brutale e predatorio che sta alla base di tale operazione: che risolve la politica del Governo Monti e del ministro Profumo sulla Scuola in un accanimento contabile e ragionieristico che non tiene affatto conto della specificità professionale e culturale dei docenti.

La protesta si leva contro:

– quanto enunciato nella Legge di stabilità 2013 che, con pochi articoli, prevede di portare l’orario di lavoro frontale dei docenti dalle attuali 18 a 24 ore a parità di stipendio, aumentando così il nostro carico di lavoro frontale (che è solo una parte del lavoro complessivo dei docenti) del 33%, con contratti bloccati dal 2008 fino al 2015 e si discute di spostare questo termine al 2017. Ciò accade in aperta violazione dell’art. 36 della Costituzione il quale prevede che il lavoro svolto debba essere retribuito secondo “quantità e qualità” cambiando con un DDL una materia regolata da contratto.

Senza contare l’effetto devastante sull’occupazione con 74 mila precari che perderebbero il posto, mentre vengono confermati i finanziamenti alle scuole paritarie, ancora una volta in violazione degli articoli 33 e 34 della Costituzione.

-Il DDL 953 (ex Aprea) una controriforma rispetto ai Decreti Delegati del 1974 che hanno introdotto la democrazia e la partecipazione di tutte le componenti alla vita della scuola entro un sistema nazionale pubblico dell’istruzione.  Alla scuola pubblica statale, delle pari opportunità, dell’emancipazione culturale e sociale, dell’educazione alla cittadinanza, delle istanze di uguaglianza per tutti (come l’avevano pensata i Padri costituenti), subentrerà una scuola regionalizzata, espressione locale della ricchezza o miseria del sistema socio economico di appartenenza, al quale interesserà poco la formazione completa della persona e del cittadino, ma molto l’acquisizione di capacità utili e spendibili immediatamente nel sistema economico locale.

-La riscrittura totale delle funzioni e della composizione degli organi collegiali, contenuta nel DDL 953, che farà entrare l’INVALSI (nel nuovo organo chiamato Nucleo di autovalutazione) a dettare contenuti e forme della didattica, con le “forze sociali” negli organi di gestione (es. Consiglio dell’autonomia che sostituirà il Consiglio d’Istituto) della “nuova” scuola, svuotando ruolo e funzioni di docenti, genitori, studenti e personale ATA, potenziando il ruolo del DS, va nella direzione di introdurre nella scuola una gerarchia impiegatizia di cui il DS sarà il capoufficio e tutti i componenti a lui subordinati, compresi i docenti, fedeli esecutori di un mansionario senza autonomia e libertà d’insegnamento (espressione scomparsa nel DDL 953) e di apprendimento, ennesimo vulnus alla Costituzione.

Alla luce di tali problematiche nell’Assemblea è stato deliberato il blocco di tutte le attività aggiuntive a partire dal 5 novembre fino al 24 novembre 2012 (data della manifestazione indetta dalle OO.SS). In mancanza di risposte adeguate la protesta proseguirà ad oltranza.

Nello specifico saranno sospese le seguenti attività:

Coordinatori di classe

Coordinatori di Dipartimento

Progetti curriculari ed extracurriculari del POF, con il conseguente annullamento di tutti gli impegni, anche quelli già definiti sia all’interno della Scuola, sia con Soggetti esterni, ad eccezione di: ECDL-certificazionI di lingua-patentino-matematica intuiva (regolati da contratti stipulati dal DS con esperti esterni)

Ore di supplenza

Sportello didattico e Corsi di recupero

Viaggi d’istruzione

Uscite didattiche ed ogni altra attività che non sia la lezione nella scuola (cinema, teatro, conferenze e seminari, musei, …)

Funzioni strumentali

Sospensione dei colloqui antimeridiani e post-meridiani con i genitori dal 10 al 24 novembre 2012 compresi.

In considerazione di tale blocco non saranno inoltrate dai Coordinatori di classe le Programmazioni collegiali di classe.

I Consigli di classe, convocati tra il 12 e 15 di novembre per l’illustrazione e la consegna delle programmazioni, diventeranno un momento di confronto con le famiglie e gli studenti sull’attuale situazione che sta vivendo la scuola italiana.

Nel corso dei suddetti Consigli sarà consegnato ai rappresentanti dei genitori e degli studenti questo documento stilato dai docenti nel corso della riunione del 09/11/2012; pertanto i docenti auspicano la più ampia partecipazione delle componenti degli studenti e dei genitori.

Roma li 09/11/2012

I DOCENTI E IL PERSONALE ATA DEL L.S.S. CANNIZZARO DI ROMA

Anche il Liceo Scientifico “Stanislao Cannizzaro” di Roma, a seguito di quanto deciso nel Collegio docenti del 23 ottobre e nell’Assemblea sindacale svoltasi il giorno 30 ottobre 2012, aderisce alla forme di protesta che si stanno organizzando nella quasi totalità delle scuole italiane.

Ci ribelliamo soprattutto all’atteggiamento brutale e predatorio che sta alla base di tale operazione: che risolve la politica del Governo Monti e del ministro Profumo sulla Scuola in un accanimento contabile e ragionieristico che non tiene affatto conto della specificità professionale e culturale dei docenti.

La protesta si leva contro:

– quanto enunciato nella Legge di stabilità 2013 che, con pochi articoli, prevede di portare l’orario di lavoro frontale dei docenti dalle attuali 18 a 24 ore a parità di stipendio, aumentando così il nostro carico di lavoro frontale (che è solo una parte del lavoro complessivo dei docenti) del 33%, con contratti bloccati dal 2008 fino al 2015 e si discute di spostare questo termine al 2017. Ciò accade in aperta violazione dell’art. 36 della Costituzione il quale prevede che il lavoro svolto debba essere retribuito secondo “quantità e qualità” cambiando con un DDL una materia regolata da contratto.

Senza contare l’effetto devastante sull’occupazione con 74 mila precari che perderebbero il posto, mentre vengono confermati i finanziamenti alle scuole paritarie, ancora una volta in violazione degli articoli 33 e 34 della Costituzione.

-Il DDL 953 (ex Aprea) una controriforma rispetto ai Decreti Delegati del 1974 che hanno introdotto la democrazia e la partecipazione di tutte le componenti alla vita della scuola entro un sistema nazionale pubblico dell’istruzione.  Alla scuola pubblica statale, delle pari opportunità, dell’emancipazione culturale e sociale, dell’educazione alla cittadinanza, delle istanze di uguaglianza per tutti (come l’avevano pensata i Padri costituenti), subentrerà una scuola regionalizzata, espressione locale della ricchezza o miseria del sistema socio economico di appartenenza, al quale interesserà poco la formazione completa della persona e del cittadino, ma molto l’acquisizione di capacità utili e spendibili immediatamente nel sistema economico locale.

-La riscrittura totale delle funzioni e della composizione degli organi collegiali, contenuta nel DDL 953, che farà entrare l’INVALSI (nel nuovo organo chiamato Nucleo di autovalutazione) a dettare contenuti e forme della didattica, con le “forze sociali” negli organi di gestione (es. Consiglio dell’autonomia che sostituirà il Consiglio d’Istituto) della “nuova” scuola, svuotando ruolo e funzioni di docenti, genitori, studenti e personale ATA, potenziando il ruolo del DS, va nella direzione di introdurre nella scuola una gerarchia impiegatizia di cui il DS sarà il capoufficio e tutti i componenti a lui subordinati, compresi i docenti, fedeli esecutori di un mansionario senza autonomia e libertà d’insegnamento (espressione scomparsa nel DDL 953) e di apprendimento, ennesimo vulnus alla Costituzione.

Alla luce di tali problematiche nell’Assemblea è stato deliberato il blocco di tutte le attività aggiuntive a partire dal 5 novembre fino al 24 novembre 2012 (data della manifestazione indetta dalle OO.SS). In mancanza di risposte adeguate la protesta proseguirà ad oltranza.

Nello specifico saranno sospese le seguenti attività:

Coordinatori di classe

Coordinatori di Dipartimento

Progetti curriculari ed extracurriculari del POF, con il conseguente annullamento di tutti gli impegni, anche quelli già definiti sia all’interno della Scuola, sia con Soggetti esterni, ad eccezione di: ECDL-certificazionI di lingua-patentino-matematica intuiva (regolati da contratti stipulati dal DS con esperti esterni)

Ore di supplenza

Sportello didattico e Corsi di recupero

Viaggi d’istruzione

Uscite didattiche ed ogni altra attività che non sia la lezione nella scuola (cinema, teatro, conferenze e seminari, musei, …)

Funzioni strumentali

Sospensione dei colloqui antimeridiani e post-meridiani con i genitori dal 10 al 24 novembre 2012 compresi.

In considerazione di tale blocco non saranno inoltrate dai Coordinatori di classe le Programmazioni collegiali di classe.

I Consigli di classe, convocati tra il 12 e 15 di novembre per l’illustrazione e la consegna delle programmazioni, diventeranno un momento di confronto con le famiglie e gli studenti sull’attuale situazione che sta vivendo la scuola italiana.

Nel corso dei suddetti Consigli sarà consegnato ai rappresentanti dei genitori e degli studenti questo documento stilato dai docenti nel corso della riunione del 09/11/2012; pertanto i docenti auspicano la più ampia partecipazione delle componenti degli studenti e dei genitori.

Roma li 09/11/2012

I DOCENTI E IL PERSONALE ATA DEL L.S.S. CANNIZZARO DI ROMA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...