Nuovo documento dei docenti del liceo Caetani

21 Nov

I Docenti del Liceo Caetani consapevoli del fatto che non vi è stata alcuna vittoria, che nessuna soluzione è stata trovata, ma, al contrario, che la situazione è della massima gravità, ribadiscono il proprio dissenso nei confronti delle scelte politiche del Ministro Profumo e più in generale del Governo e la netta opposizione ai seguenti provvedimenti:

 

  • ddl ex Aprea attuale Disegno di legge 3542, ha come obiettivo quello di far sparire la scuola statale, stravolgendola nella sua essenza e trasformandola in una sorta di azienda. Non si tratta di autonomia, ma di condizionamento e dipendenza.

Si abrogano gli organi collegiali istituiti a livello nazionale dai decreti delegati del ’74;

Si sostituiscono con nuovi organi di autogoverno regolamentati in modo autonomo dalle singole scuole;

Si obbliga ogni singola scuola a farsi un proprio statuto e a emanare i propri regolamenti;

Si sottopone l’attività di progettazione delle attività didattiche e di valutazione collegiale degli alunni alla disciplina dello statuto e dei regolamenti;

Si consente l’accesso a privati e a partner anche finanziatori negli organi di governo della scuola, compreso l’organo di valutazione interna;

 

  • Finanziamento di 223 milioni per le scuole private, mentre per le scuole statali si taglia dal fondo d’istituto, per recuperare i soldi che noi, “professori fedifraghi” abbiamo sottratto, opponendoci alle 24 ore.
  • Abolizione del tetto minimo del numero di allievi per classe per le scuole private, mentre, invece, permane per le scuole statali, che hanno classi “pollaio”, che sfidano ogni norma di sicurezza e rendono arduo ogni tentativo di didattica qualitativamente efficace per tutti.
  • Concorsone che comporterà una spesa enorme quanto inutile. Tagli orari, diminuzione di posti di lavoro, precari con prospettiva di disoccupazione a vita, da quali necessità scaturisce il concorso?
  • Blocco degli scatti di anzianità; da cui un ulteriore impoverimento di retribuzioni, già tra le più basse d’Europa.
  • Aumento dell’età pensionabile, niente ricambio generazionale nella scuola, niente posti per i giovani, restare in cattedra oltre ogni limite di resistenza mentale e fisica.
  • Avvenuta approvazione del Decreto legislativo cheimpone alle Amministrazioni pubbliche di pagare i fornitori entro 60 giorni. La norma creerà ulteriori difficoltà alle scuole.

 

Questi sono solo gli ultimi colpi inferti alla scuola statale, dei tanti che le sono stati inflitti, adesso, abbiamo l’obbligo di opporci al suo annientamento definitivo.

L’istruzione per tutti è un diritto che deve essere tutelato e garantito, bisogna riconquistare la dignità calpestata per troppi anni.

L’istruzione è cultura, è possibilità di formare giovani dalle menti aperte, capaci di un proprio pensiero critico, questo non sarebbe possibile in scuole – aziende pilotate.

Ci hanno ridotto allo stremo, senza fondi, senza risorse, senza strutture, senza ricambio generazionale, costretti a lavorare in classi sovraffollate, in una situazione di intollerabile disagio, sia nostro che degli allievi.

 

Inoltre

I Docenti esprimono solidarietà a tutti i giovani percossi selvaggiamente dalle “forze dell’ordine” e ingiustamente arrestati durante la manifestazione del 14 novembre. Indignazione e raccapriccio è quanto proviamo per queste azioni brutali e violente perpetrate dalla polizia contro studenti e studentesse scesi in piazza per manifestare il proprio dissenso contro la distruzione sistematica della scuola e del diritto allo studio.

E’ con i nostri studenti che vogliamo continuare questa protesta che non può e non deve fermarsi.

 

 

I Docenti del Liceo “G. Caetani”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...