Il movimento delle scuole non si ferma!

25 Nov

Il 24 novembre il Coordinamento delle scuole era in piazza a Roma nella grande manifestazione degli studenti e delle studentesse partita dalla Piramide, con i propri striscioni: “Gli unici professori da tagliare sono quelli al governo” e “Dignità e futuro per la scuola pubblica statale” e con gli striscioni di tante scuole di Roma che aderiscono al coordinamento.

Ancora una volta il movimento ha manifestato in massa, dopo il 10 e il 14 novembre scorsi, per chiedere una radicale inversione di rotta nelle politiche per l’istruzione pubblica: no al disegno di legge Aprea – Ghizzoni attualmente in discussione al Senato; no all’aumento dell’orario di lavoro per gli insegnanti, inserito nel disegno di legge di stabilità; no al concorso-truffa; per il rifinanziamento della scuola pubblica statale; basta soldi alle private.

In molte scuole si continuano ad approvare mozioni per ribadire che la mobilitazione non si fermerà fino all’ottenimento degli obiettivi dichiarati; in tantissimi istituti anche gli studenti si stanno mobilitando con le loro modalità, sempre più spesso in sintonia con le altre componenti della scuola: genitori, insegnanti e lavoratori.

Il Coordinamento delle scuole dà appuntamento per la prossima assemblea in cui decidere come continuare la mobilitazione e come organizzare le forme di coordinamento tra gli istituti. L’assemblea si terrà al Liceo Aristofane (via Monte Resegone, 3 Metro B Conca D’Oro + Bus 38 Google Maps) giovedì 29 novembre alle ore 16. Si fa appello a tute le scuole che aderiscono al coordinamento di inviare almeno un delegato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...