SINTESI ASSEMBLEA DEL 29 NOVEMBRE

30 Nov

Tutti gli interventi hanno insistito sulla necessità di continuare il lavoro del coordinamento, visto il fatto che i risultati che si sono al momento ottenuti non possono dirsi definitivi, né completi. Inoltre si è sottolineato come la scuola sia coinvolta nei medesimi processi di diminuzione dei diritti del lavoro che si riscontrano negli altri settori.
Negli interventi si è ribadito il fatto che un problema di fondo della scuola tutta è il precariato, rispetto al quale non solo non c’è alcun piano di assunzioni, ma si è apprestato un concorso umiliante per modalità, numeri, considerazione del lavoro degli insegnanti.
Si è anche discusso su come portare avanti la lotta nelle singole scuole. Da parte di alcuni è emersa l’esigenza che il coordinamento condivida una linea di azione circa POF, attività integrative, ecc. Altri hanno sottolineato come per la peculiarità delle singole situazioni e anche la diversa fase delle varie mobilitazioni, sia preferibile che ci si regoli in base ai diversi contesti.
Rimane di fondo la condivisione che non si può in alcun modo abbassare la guardia rispetto a orario, 953, considerazione generale della docenza. Lo testimoniano le gravi parole di Monti nella trasmissione di Fazio.

Sul piano operativo si è dunque deciso:

– che il coordinamento sostiene la mobilitazione dei lavoratori metalmeccanici del 6 dicembre, a cui hanno aderito già gli studenti e per la quale è già stato predisposto un comunicato. Analogamente si rivolgerà un appello alle organizzazioni firmatarie del patto sulla produttività e degli accordi sugli scatti nella scuola perché recedano.
– Che il 13 dicembre al MIUR alle ore 15,00 si svolgerà un sit-in indetto dal coordinamento cittadino delle scuole di Roma che, incentrandosi sul concorso truffa e il precariato, ribadisca le parole d’ordine a difesa e rilancio della scuola pubblica.
A tal proposito si chiede a tutti i colleghi, nei limiti consentiti, di fare obiezione rispetto a qualsiasi mansione a cui siano chiamati per l’espletamento delle prove concorsuali (17 e 18 dicembre).
– Di invitare le altre realtà italiane a una assemblea nazionale il prossimo 16 dicembre a Roma. Per questo è già stato predisposto un appello.
– Continueranno iniziative territoriali, come notti bianche o cortei a livello locale, inserite nell’ambito delle mobilitazioni del coordinamento.
– Di portare avanti l’idea di strutturare il coordinamento stesso mediante l’individuazione di portavoce per ogni scuola e la formazione di un gruppo comunicazione.

Rimane in atto anche il piano delle domeniche mattina al miur su cui maggiori informazioni può dare Alessandro.

La prossima assemblea è fissata per giovedì 6 dicembre al liceo Dante (P.zza Cavour); nei prossimi giorni conferma di ora e luogo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...