LE RIFORME DELLA SCUOLA SVINCOLATE DALLA DEMOCRAZIA

26 Mar

Assemblea del Coordinamento delle Scuole di Roma

mercoledì 27 marzo alle ore 16,00

IC Falcone e Borsellino, via Giovanni da Procida, 16 (Metro B Bologna)

Dopo le elezioni, a camere ormai sciolte il M.I.U.R. ha emanato una serie di decreti d’urgenza, tra i quali il più importante è quello sulla valutazione, nonché di proposte di legge come la riduzione di un anno del percorso di studi o la circolare sugli alunni con bisogni educativi speciali (B.E.S.). Nel contesto attuale, in cui si discute continuamente dell’esito elettorale, dell’ipotetico futuro governo o delle possibili elezioni, ci stupisce la rapidità e la solerzia con cui il Ministero produce leggi, approva regolamenti e circolari. Questi ultimi ci appaiono tutt’altro che di ordinaria amministrazione ma, come nel caso della valutazione, si configurano quali vere e proprie azioni di indirizzo sulla politica scolastica come se il governo fosse sostenuto ancora da una maggioranza consistente in Parlamento. Prima di entrare nel merito delle questioni che riguardano i regolamenti approvati e le proposte del Ministro Profumo, constatiamo e denunciamo la situazione irreale nella quale l’amministrazione dello Stato sembra operare con un automatismo ed una meccanicità priva del momento decisionale che è proprio del dibattito pubblico e della partecipazione che caratterizza la vita democratica.

Pertanto, reputiamo importante sviluppare un percorso di condivisione e discussione nelle scuole sugli attuali provvedimenti, approfondendo le contraddizioni di uno Stato che emana leggi senza la benché minima valutazione democratica del proprio operato e che, contemporaneamente, pretende di imporre i criteri della valutazione e di seminare ispettori nelle scuole pubbliche su tutto il territorio nazionale. La democrazia partecipativa, sviluppata durante le mobilitazioni dello scorso autunno contro il governo Monti, ci impone una riflessione approfondita e condivisa sulle idee più funzionali all’elaborazione di una strategia di comprensione e contrasto delle attuali politiche sulla scuola.

I positivi risultati prodotti nelle mobilitazioni d’autunno dal movimento della scuola, come il blocco dell’aumento di un terzo delle ore di lavoro dei docenti, a parità di stipendio, e lo stop all’iter della proposta di Legge 953 (ex Aprea), non ci possono però far ritenere ancora la partita vinta, vista e considerata la pervicacia nel voler tagliare risorse all’istruzione e nel riproporre tutto ciò nelle forme più svariate. La scuola sta pagando, inoltre, anche le conseguenze della scellerata riforma Fornero sulle pensioni. E’ notizia di questi giorni la forte riduzione dei pensionamenti del personale scolastico in quasi tutte le province, con valori che vanno dal 30 al 50 per cento. Ciò significa che verranno decurtati posti per precari e immissioni in ruolo. Malgrado questo, e sordo a tutto, il Ministro Profumo esprime la volontà di bandire ancora un altro concorso. Non si comprende proprio su quali posti.

Per tutti i motivi esposti, riteniamo fondamentale la partecipazione alla prossima assemblea del Coordinamento delle Scuole di Roma che si terrà mercoledì 27 marzo alle ore 16,00 presso l’IC Falcone e Borsellino, via Giovanni da Procida, 16 (Metro B Bologna)

https://coordinamentoscuoleroma.wordpress.com/

Annunci

Una Risposta to “LE RIFORME DELLA SCUOLA SVINCOLATE DALLA DEMOCRAZIA”

  1. francesca 26 marzo 2013 a 23:45 #

    ic buozzi monterotondo . abbiamo saputo che il prossimo anno avranno il sostegno solo gli alunni con la 104, disconoscendo il diritto allo studio di tanti altri con certificazioni ufficiali e operando un enorme taglio tra le ins. di sost. se è così bisogna fare qualcosa. cosa ne sapete voi? francesca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...